Avevo gustato questo pollo parecchi anni fa, mi era piaciuto e ho voluto riproporlo. Pur avendo poco tempo è possibile far diventare gustosa una ricetta semplice, veloce e leggera, da fare quando si è a corto di idee, che può mettere tutti d’accordo, chi è attento alla linea, i bambini e anche il marito…

Per questa ricetta, ho utilizzato le pentole a fondo spesso ad accumulazione termica e il coperchio ermetico, quindi senza aggiunta di olio o meglio grassi, cuocendo grazie al “brodo” proprio degli alimenti.

Ingredienti

  • 600 g di pollo tagliato a pezzi, senza pelle
  • 10 g di capperi
  • 7-8 pomodorini pachino (circa 150 g)
  • 50 ml di vino bianco
  • 1 spicchio d’aglio
  • peperoncino q.b.
  • origano q.b.

Preparazione

1.   Non lavate il pollo prima di cuocerlo. Secondo i ricercatori dell’Università di Drexel di Philadelphia, lavare il pollo crudo prima della cottura, infatti, aumenta la possibilità di diffusione di batteri pericolosi e di intossicazione alimentare. Sono proprio i getti d’acqua che rimbalzano dal pollo quando è crudo, che possono portare con sé batteri come il Campylobacter, un microrganismo che si guadagna il primato tra gli agenti patogeni che infettano gli animali, colpendo anche i piani della cucina, spugnette e strofinacci per asciugare, altri utensili e pentole.  È quindi meglio mettere subito il pollo in forno o in padella senza lavarlo e avere l’accortezza di lavare le mani con acqua calda e sapone, insieme a tutti gli attrezzi e ai piani di lavoro utilizzati per la preparazione.

2.   Dissalate i capperi, schiacciate lo spicchio d’aglio con la lama di un coltello.

3.   Lavate i pomodorini, tagliateli a metà ed eliminate i semi.

4.   Preriscaldate la pentola bassa fino alla temperatura adatta per arrostire;  far rosolare i pezzi di pollo 5 minuti per parte,  poi sfumate con il vino bianco e attendete che evapori.

5.   Aggiungete l’aglio schiacciato, il peperoncino, i capperi dissalati, mettete il coperchio e lasciate cuocere per circa 30 minuti, a calore minimo.

6.   Voltate i pezzi di pollo e aggiungete i pomodorini, insaporite con l’origano  e continuate la cottura con il coperchio e a calore minimo, per altri 10 minuti.

Potete omettere il sale: i capperi lo sostituiranno egregiamente !

Proprietà nutrizionali del pollo

Il pollo, come le altre carni bianche, è ottimo dal punto di vista nutrizionale. E’ ricco di proteine nobili (indispensabili all’organismo, per esempio, per rinnovare i tessuti e per la formazione degli ormoni, degli enzimi, degli anticorpi) e di aminoacidi ramificati (utili nel metabolismo dei muscoli e nel promuovere lo smaltimento delle tossine che si formano quando un organismo svolge un intenso lavoro atletico).

Nonostante il colore tendente al bianco della carne, 100 grammi di pollo e tacchino contengono rispettivamente 1,5 e 2,5 grammi di ferro, valori più o meno equivalenti alla carne di bovino, una bassa percentuale di grassi: solo l’1% nel petto di pollo e l’1,5% nel tacchino (senza pelle). Il basso contenuto di grassi, (che tra l’altro sono concentrati nella pelle, facilmente eliminabile), riduce l’apporto calorico di queste carni, rendendole ideali per chi tiene sotto controllo il peso corporeo. Nella composizione del grasso predominano gli acidi grassi polinsaturi (acido linoleico e linolenico), e ha un minore contenuto di colesterolo rispetto alle carni rosse. Ha un discreto contenuto di vitamine del gruppo B (niacina, in particolare), contiene poco sodio, ma parecchio potassio, valido aiuto per prevenire l’arteriosclerosi e le malattie degenerative. La carne di pollo ha inoltre un buon contenuto di aminoacidi essenziali, di calcio, fosforo, magnesio e di vitamina PP. E, in più, piace a quasi tutti i bambini! La ridotta presenza di tessuto connettivo ed il diametro ridotto delle sue fibre rendono la carne di pollo facilmente masticabile e digeribile, soprattutto se cucinata in modo semplice (arrosto, ai ferri, lessata) e aggiungendovi qualche buona salsa.

Come per tutte le carni è bene sempre verificarne la provenienza, l’allevamento e la macellazione, avendo cura di scegliere che siano italiane. Altra avvertenza è quella di preferire carni di animali allevati all’aperto o comunque non alimentati con mangimi artificiali e/o in allevamenti dove non si impiegano antibiotici o altri farmaci per il presunto “bene” degli animali.

Alimento Qta (g) Calorie (g) Grassi (g) Carboidrati (g) Proteine (g) Fibre (g) Colesterolo (mg) Sodio (mg) IG CG
Pollo senza pelle 600 660 21.6 0 116.4 0 450 420 0 0
capperi 10 2.3 0.1 0.5 0.2 0.3 0 296.4 15 0.08
pomodorini 150 28.5 0.3 5.25 1.5 3 0 9 30 1.58
Vino bianco 50 35 0 0 0 0 0 2 0 0
aglio 2 0.82 0.01 0.17 0.02 0.06 0 0.06 30 0.05
Totale 812 726.62 22.01 5.92 118.12 3.36 450 727.46 5.80 1.70
A persona 406 363.31 11.005 2.96 59.06 1.68 225 363.73 5.80 0.85

Le schede dei valori nutrizionali delle ricette sono realizzate attraverso l’utilizzo delle tabelle dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione: www.inran.it